Skip to main content

Andiamo a bere un caffè?

Scusa universale per godere di un momento conviviale, meditativo, di discussione con qualcuno.
Indipendentemente dal fatto che piaccia o no, la scusa è sempre lui, anche se spesso viene sostituito dallo spritz per noi veneti affezionati, o da un succo di frutta.
E' lui comunque uno dei nostri primi pensieri dopo mangiato o durante il lavoro.
La cosa che ci stupisce maggiormente? è quasi impossibile trovare un luogo dove venga servito un caffè decente. Sembra che in molti infatti non sappiano né riconoscere quando un caffè è veramente buono né quando è stato fatto male.
Sicuramente nella società che sempre più deve essere visibilmente appagata, in generale la gente pensa che la presenza di una macchinetta del caffè, del macina caffè e delle tazzine (specialmente di firme note o in elegantissimo vetro) tutto possa andare bene, rientrare negli standard per bere "un caffè in tranquillità".
Oggi cominceremo ad esprimere una serie di dubbi e sospetti in proposito, continuate a leggere!

Tazzine in vetro

Pur traendo spunto dalle tradizioni popolari di alcuni luoghi, dove il caffè veniva consumato esclusivamente in bicchieri di vetro, presentano notevoli svantaggi per chi vuole assaporare il massimo dell'aroma e del gusto del caffè: le tazzine in ceramica infatti servono a trattenere il calore che sennò raffredderebbe subito il liquido. Infatti solitamente la loro posizione (sopra la macchina per l'espresso) non è causata da comodità o tradizione, ma per mantenere le tazzine costantemente alla temperatura necessaria.

Cosa curiosa da ricordare è l'antico modo di tenere le tazzine al caldo: accanto alla macchina da caffè vi era una tinozza rettangolare e abbastanza fonda, questa veniva riempita d'acqua calda, le tazzine una volta utilizzate dai clienti venivano blandamente risciacquate e poi messe in questa tinozza sia per mantenerle al caldo sia per terminare il processo di lavaggio; ovviamente l'acqua si raffreddava molto presto per tanto a fine giornata le tazzine venivano immerse nell'acqua sporca e fredda.. la manna per i nostri cari microorganismi!

Comments

Popular posts from this blog

Oreo Etichetta

Oggi spieghiamo come leggere l'etichetta di un prodotto alimentare! visto che la nostra parte presissima per i pc ha rotto momentaneamente le scatole, è meglio tornare alle cose serie, ovvero cibo.


Eccoci di nuovo con i nostri oreo ( perdonate la nostra fissa per sti biscotti ma ci hanno scioccato abbastanza),però questa volta saremo più tecnici.
La confezione blu profondo ( come il film: vorrebbe far paura al consumatore forse ??!? ) sullo scaffale era attraente e le forti immagini ammalianti: non potevamo non commentarla!
Tralasciando le istruzioni d'uso particolari, in secondo luogo abbiamo notato la fantastica percentuale di cacao di cui si vanta grazie ad un bel punto esclamativo!
7% -.-
beh non sembra una gran cosa, tenendo conto che il biscotto si presenta di un colore scurissimo, quasi nero. Ma cosa da quel bel colore?? ( sempre se si possa considerare bello visto che è colore.. hem)
Ma per capire meglio è necessario leggere l'etichetta giusto?
Notiamo che l'ingredien…

Scrivere in cinese usando i pinyin sul Mac

Si avvisa la gentile clientela che questo post sarà ad alto tenore informatico livello utonto.

Per questo spero sarà utile a chi deve risolvere in modo facile il problema dello scrivere lettere latine pinyin (con i cosidetti toni).
Questo metodo inoltre sarà utile per scrivere la trascrizione in romaji di tutte le pronunce delle parole giapponesi (con gli allungamenti).
Mi dispiace affiancare questi due linguaggi che tanto meritano una trattazione separata per storia e uso attuale, però lo scopo del post è arrivare in velocità alla soluzione per chi scrive e legge solitamente in italiano col proprio mac, non per i linguisti...

Finalmente Notepad++ Plugin Manager x64

Arriva infine su windows il plugin manager a 64 bit di notepad++!


Vi siete trovati senza plugin quando per errore avete installato la versione a 64 bit del miglior editor open source di testo per windows?

Eravate rimasti sgomenti dal fatto che nell'installer il plugin manager non è più incluso?



Non sapevate più come indentare i vostri JSON e XML, come decodificare l'encoding delle URL o come confrontare in velocità due files?
Beh ecco a voi come ripristinare il plugin manager!