Skip to main content

Oreo Etichetta

Oggi spieghiamo come leggere l'etichetta di un prodotto alimentare! visto che la nostra parte presissima per i pc ha rotto momentaneamente le scatole, è meglio tornare alle cose serie, ovvero cibo.


Eccoci di nuovo con i nostri oreo ( perdonate la nostra fissa per sti biscotti ma ci hanno scioccato abbastanza),però questa volta saremo più tecnici.
La confezione blu profondo ( come il film: vorrebbe far paura al consumatore forse ??!? ) sullo scaffale era attraente e le forti immagini ammalianti: non potevamo non commentarla!
Tralasciando le istruzioni d'uso particolari, in secondo luogo abbiamo notato la fantastica percentuale di cacao di cui si vanta grazie ad un bel punto esclamativo!
7% -.-
beh non sembra una gran cosa, tenendo conto che il biscotto si presenta di un colore scurissimo, quasi nero. Ma cosa da quel bel colore?? ( sempre se si possa considerare bello visto che è colore.. hem)
Ma per capire meglio è necessario leggere l'etichetta giusto?
Notiamo che l'ingrediente caratterizzante, ovvero l'ingrediente che attira l'attenzione del cliente, è il bel bicchierone di latte; è plausibile aspettarsene una buona quantità dato che la crema bianca all'interno dei biscotti è tutta "bianca latte"; ma la cosa simpatica è che l'ingrediente caratterizzante è in rarissimi casi l'ingrediente principale!

All'ora gli ingredienti sono indicati in ordine di importanza in maniera decrescente, cercando il nostro latte fresco della copertina scopriamo che.. non c'è. Ma come?!?! dai cerchiamo meglio, ed eccolo: siero di latte in polvere.. spè fammi capire, siero non latte! sapete cos'è il siero di latte? non so se avete mai visto la caseificazione, avete presente quando tolgono la poltiglia bianca (detta cagliata) la quale useranno per fare le forme di formaggio? e avete presente cosa resta nel calderone? ecco quello è il siero di latte. beh dai che carina come cosa! certo non farebbero lo stesso effetto i biscotti "pucciati" nel siero di latte in polvere. mmmm che buoni!
Dicevamo che gli ingredienti sono in ordine decrescente, da quello maggiormente presente a quello meno; e il nostro re a capo di tutto qual'è? lo zucchero, insomma salutare! si lui lo zucchero semplice che tanti dentisti e dietologi consigliano ( ndr: ma che ironica... ).
Successivamente la farina di grano tenero, dai almeno la farina per fare i biscotti genuini c'è.
Al terzo posto: i grassi vegetali; sembra che basti mettere la parola "vegetale" e tutto sembra che faccia bene alla salute: i grassi insaturi presenti nei vegetali puliscono le vene e prevengono le malattie cardio vascolari ecc. le solite pugnette che si sentono per tv durante i reclan ( come dice la nonna) dei prodotti dietetici ( ma dietetici per cosa? per dimagrire, ingrassare, integrare non lo sapremo mai. perdonate la mia uscita dal sentiero).
Ma certo non è vero, bisognerebbe essere informati sullo stato fisico in cui si trovano questi grassi vegetali e di che origine sono. Solitamente quando scrivono cosi per la maggior parte delle volte si tratta da olio di palma, palmisti, cocco ecc. ovvero grassi vegetali composti maggiormente dai grassi cattivi: i saturi! e poi aggiunti sotto forma di olio o idrogenati? ovvero lavorati con una sostante che non fa molto bene in quanto il processo di produzione trasforma i soliti acidi grassi da insaturi (buoni) a saturi (cattiviiii). Ma tanto costano poco, e cosi il prezzo che il consumatore può vedere sarà minore e rassicurante
Dopo la scritta grassi vegetali cosa c'è? antiossidante E-320; all'ora è un ingrediente composto,e per tanto deve figurare in etichetta l'elenco degli ingredienti che appunto lo compongono. Antiossidante serve a non far andare rancido i grassi, essendo i grassi vegetali facilmente ossidabili e quindi facilmente degradabili si possono aggiungere questi cossidetti "additivi" per evitare il degrado. beh dai a smetto di essere pignola! intanto questi biscotti li mangio perchè hanno il 7% di cacao...cerchiamo il cacao! e dopo i grassi c'è il cacao in polvere!evviva finalmente. e dopo il cacao altre cose dolci: sciroppo di glucosio e fruttosio probabilmente per dare maggiore plasticità alla crema interna. Gli agenti lievitanti sono comuni e spesso usati per molti altri prodotti alimentari. Dopo il siero di latte abbiamo citato l'emulsionante. ricordo che è obbligatorio riportare gli additivi alimentari, riporto la definizione di tali ingredienti dal decreto legislativo 109/92:

"Gli additivi sono considerati, ai fini dell'etichettatura, ingredienti. Essi devono essere designati, nell'elenco degli ingredienti del prodotto nella cui fabbricazione sono stati impiegati, con il nome della categoria di appartenenza (colorante, conservante, gelificante, ecc.) seguito dal nome specifico o dal numero CEE come stabilito dai decreti del Ministro della Sanità in materia. "

da ricordare che la legge non ammette ignoranza, questo lo dico perché in molti si arrabbiano ( anche io all'inizio) per il fatto che dopo la categoria tecnologica dell'additivo mettano il numero che lo caratterizza (E-320:Butile-idrossi-anisolo) e non il suo nome; ma la legge prevede che si possa usare sia il nome che il numero per tanto chi non sa cosa sia deve cerarselo! per quanto riguarda l'emulsionante è semplice lecitina di soia... c'è da dire che la maggior parte della soia presente in commercio è di origine OGM. vuol dire che non si può usare, beh è ammesso il 0,9% di prodotto OGM negli alimenti, ovvero percentuale che può sfuggire ai controlli. C'è da dire che non è stata dimostrata la pericolosità di tali alimenti, ma nemmeno la loro non pericolosità.Ma la lecitina di soia ha anche aspetti nutrizionali positivi, che lascio a voi indagare o se viene richiesto espongo io; ma questa è un altra storia, come si diceva alla fine della storia infinita.

Analisi completata!

Mi scuso se siamo stati prolissi è noiosi ma troviamo che sia indispensabile saper leggere le etichette alimentari visto che "siamo quello che mangiamo"; questa non è una semplice frase fatta da qualche ciarlatano, è propriamente vero che quello di cui ci nutriamo modifica noi stessi, le nostre sorti psico-fisiche e quelle della nostra prole, quindi se non sapere cos'è un ingrediente chiedete o informatevi.. è importante!

buona pucciata a tutti!

Comments

  1. Basta accanirti co sti biscotti.....!

    ReplyDelete
  2. O-RIO LI-BE-RO...
    O-RIO LI-BE-RO...
    O-RIO LI-BE-RO...
    O-RIO LI-BE-RO...
    O-RIO LI-BE-RO...
    O-RIO LI-BE-RO...

    7 Colli, 7 Re di Roma, 7 Note musicali, 7 Bello, 7 Peccati capitali, 7 colori dell'arcobaleno, 7 Chakra, 7 Stelle dell'Orsa Maggiore, 7 Piaghe d'Egitto, 7 Nani, 7 volte 7...

    7% di Cacao!!!

    INSUPERABILE!

    ReplyDelete
  3. lol

    credo che sia un'ottima spiegazione, manderò una mail alla oreo per proporre di mettere questa indicazione nella confezione.

    :D

    ReplyDelete
  4. Ho fatto una piccola ricerca in rete... mica cazzi!!

    I biscotti Oreo vedono la loro origine nel lontano 1912.. fra 4 anni fanno un secolo!

    Esistono 7 diverse varietà di Oreo... un attimo... ho scritto 7?! Ora inizio a vedere il disegno generale...

    Nel 1999 gli Oreo soppiantano definitivamente la concorrenza degli Hydrox decretandone la fine! Nemmeno i nuovi Droxies riescono tenere testa al nostro eroe nero!

    Qui un po' di storia: http://www.foodtimeline.org/foodcookies.html#oreos

    Qui un po' di attualità: http://www.nabiscoworld.com/Brands/brandlist.aspx?SiteId=1&CatalogType=1&BrandKey=oreo&BrandLink=/oreo/memories/&BrandId=78&PageNo=1

    E per chi non può proprio farne a meno: http://www.youtube.com/swf/l.swf?video_id=vNoXPxsoFqw&rel=1&eurl=http://narutobestmanga.forumcommunity.net/%3Ft%3D14923698&iurl=http://i3.ytimg.com/vi/vNoXPxsoFqw/default.jpg&t=OEgsToPDskJaaIpPVD_EaJEIeIlX-_yC&use_get_video_info=1&load_modules=1&hl=en

    Ma forse la chicca che in Italia non arriverà mai.. la OREO SONG: http://www.youtube.com/swf/l.swf?video_id=vNoXPxsoFqw&rel=1&eurl=http://narutobestmanga.forumcommunity.net/%3Ft%3D14923698&iurl=http://i3.ytimg.com/vi/vNoXPxsoFqw/default.jpg&t=OEgsToPDskJaaIpPVD_EaJEIeIlX-_yC&use_get_video_info=1&load_modules=1&hl=en

    NOOOOOOOOOOO questo nooooooooooooo:
    http://www.youtube.com/swf/l.swf?video_id=vNoXPxsoFqw&rel=1&eurl=http://narutobestmanga.forumcommunity.net/%3Ft%3D14923698&iurl=http://i3.ytimg.com/vi/vNoXPxsoFqw/default.jpg&t=OEgsToPDskJaaIpPVD_EaJEIeIlX-_yC&use_get_video_info=1&load_modules=1&hl=en

    ReplyDelete
  5. Oreo ci ha diffidati dal continuare con questa campagna, per questo continueremo ad offenderli pubblicamente.

    NB: niente di tutto ciò è sicuro che sia avvenuto

    ReplyDelete
  6. Davvero ti hanno diffidato???

    ReplyDelete
  7. hahaha, no no, non mi han diffidato.
    Se lo fanno li porto a chi fa analisi chimiche, so che ne passano ogni tanto per 'sto blog!

    ReplyDelete

Post a Comment

Popular posts from this blog

Scrivere in cinese usando i pinyin sul Mac

Si avvisa la gentile clientela che questo post sarà ad alto tenore informatico livello utonto.

Per questo spero sarà utile a chi deve risolvere in modo facile il problema dello scrivere lettere latine pinyin (con i cosidetti toni).
Questo metodo inoltre sarà utile per scrivere la trascrizione in romaji di tutte le pronunce delle parole giapponesi (con gli allungamenti).
Mi dispiace affiancare questi due linguaggi che tanto meritano una trattazione separata per storia e uso attuale, però lo scopo del post è arrivare in velocità alla soluzione per chi scrive e legge solitamente in italiano col proprio mac, non per i linguisti...

Finalmente Notepad++ Plugin Manager x64

Arriva infine su windows il plugin manager a 64 bit di notepad++!


Vi siete trovati senza plugin quando per errore avete installato la versione a 64 bit del miglior editor open source di testo per windows?

Eravate rimasti sgomenti dal fatto che nell'installer il plugin manager non è più incluso?



Non sapevate più come indentare i vostri JSON e XML, come decodificare l'encoding delle URL o come confrontare in velocità due files?
Beh ecco a voi come ripristinare il plugin manager!