Skip to main content

Giappone Nucleare 02 - Cosa pensano i giapponesi

Secondo appuntamento col giappone nucleare, con i problemi che il paese nipponico deve convivere ora e nei prossimi anni. Nel precedente post abbiamo visto cosa pensavano i giapponesi prima del terremoto, ora andiamo ad indagare sul cosa pensano in questi giorni...

Laozi, Confucio e Buddha che sbevazzano in allegria: da notare l'aspetto cospiratore e il pericoloso simbolo nucleare dietro di loro! Cospirazione massonica estremo orientale?


I FATTI

COSA PENSANO I GIAPPONESI DEL NUCLEARE

Lo Yomiuri Shimbun ha condotto un'inchiesta tra l'1 e il 3 Aprile 2011, pubblicandola il 4 aprile, ed ecco i risultati:
Cosa ne pensi della dipendenza giapponese dall'energia nucleare?
La situazione corrente va mantenuta46%
L'energia nucleare giapponese deve essere diminuita 29%
Le centrali devono essere decommissionate12%
Questa inchiesta, della quale mi scuso di non riuscire a dare maggiori informazioni, è utile a capire che i "nuclearisti", anche dopo questa catastrofe, siano ancora una maggioranza; ma ora vediamo altri dati!


Come documenta il sito Japan Probe (inglese), il 10 Aprile 2011 migliaia di manifestanti hanno fatto un corteo che è andato a finire davanti la sede della TEPCO (la società per l'energia elettrica di Tokyo responsabile degli impianti nucleari). Ecco le stime sui partecipanti:

Organizzatori circa 15.000
Reuters 5000
Yiomiuri Migliaia
NHK (la RAI giapponese) 10.5%
I manifestanti anti nucleare a Kouenji, Japan. Immagine dell'utente Flickr SandoCap (CC BY-NC 2.0)

L'articolo del JP continua dicendo che su 35 milioni di abitanti, 10.000 persone non possono sicuramente suscitare scalpore; d'altro canto era una delle prime manifestazioni anti-nucleare riuscite in un paese che da 61 anni investe molti soldi in questa fonte energetica.
Global voices invece (sito che analizza e traduce blog, tweets e altre forme di comunicazione internet), in questo post fa notare che circa 10.000 persone hanno seguito in streaming l'evento, e analizza la traduzione di alcuni tweet dove viene ricercata una spiegazione al bassissimo numero di persone che ha manifestato, chiamando in causa i seguenti concetti:
  • Armonia sociale che impedisce l'aggressione diretta di un superiore
  • Rassegnazione verso la mancanza di trasparenza del governo
  • Impotenza di fronte alla TEPCO che, pur avendo dimostrato un comportamento criminale, è l'unica in grado di gestire le proprie centrali
Questi concetti sono facili per chi ha dimestichezza col giappone: kitsch e semplicistici, ma pur sempre reali e importanti per le macroanalisi antropologiche.
Ecco quindi un video per mostrare l'eccezione alla regola del paternalismo confuciano, presente anche nel meraviglioso paese giapponese:

Fatti un giro per questa nazione – 54 centrali nucleari
Libri di testo e televisioni commerciali dicono ‘è sicura’
Ci ingannano, e le loro scuse sono 'inaspettate'
Dolci memorie del cielo, solleticato dalla pioggia nera (la pioggia di detriti radioattiva post esplosione atomica)
E' sempre stata una bugia
Visto che ti han fregato
E' sempre stata una bugia
Il nucleare è sicuro
E' sempre stata una bugia
Vuoi mangiare spinaci
E' sempre stata una bugia
Sapevi della situazione vero?
Ora non puoi fermare la pioggia radioattiva nel vento
Dopo quante persone esposte realizzerà - il governo di questo paese
Trovare acqua buona lontana da questa città?
Parlamene
Non puoi. Non c'è scampo
E' sempre stata una bugia
Tokyo Electric, Hokuriku Electric, Chubu Electric, Kyushu Electric – basta sogni
Erano tutte cazzate
Ma continuano ancora
Erano tutte cazzate
Voglia di fare qualcosa con questi sentimenti
E' sempre stata una bugia
Erano tutte cazzate

Fonti:

Comments

Popular posts from this blog

Oreo Etichetta

Oggi spieghiamo come leggere l'etichetta di un prodotto alimentare! visto che la nostra parte presissima per i pc ha rotto momentaneamente le scatole, è meglio tornare alle cose serie, ovvero cibo.


Eccoci di nuovo con i nostri oreo ( perdonate la nostra fissa per sti biscotti ma ci hanno scioccato abbastanza),però questa volta saremo più tecnici.
La confezione blu profondo ( come il film: vorrebbe far paura al consumatore forse ??!? ) sullo scaffale era attraente e le forti immagini ammalianti: non potevamo non commentarla!
Tralasciando le istruzioni d'uso particolari, in secondo luogo abbiamo notato la fantastica percentuale di cacao di cui si vanta grazie ad un bel punto esclamativo!
7% -.-
beh non sembra una gran cosa, tenendo conto che il biscotto si presenta di un colore scurissimo, quasi nero. Ma cosa da quel bel colore?? ( sempre se si possa considerare bello visto che è colore.. hem)
Ma per capire meglio è necessario leggere l'etichetta giusto?
Notiamo che l'ingredien…

Scrivere in cinese usando i pinyin sul Mac

Si avvisa la gentile clientela che questo post sarà ad alto tenore informatico livello utonto.

Per questo spero sarà utile a chi deve risolvere in modo facile il problema dello scrivere lettere latine pinyin (con i cosidetti toni).
Questo metodo inoltre sarà utile per scrivere la trascrizione in romaji di tutte le pronunce delle parole giapponesi (con gli allungamenti).
Mi dispiace affiancare questi due linguaggi che tanto meritano una trattazione separata per storia e uso attuale, però lo scopo del post è arrivare in velocità alla soluzione per chi scrive e legge solitamente in italiano col proprio mac, non per i linguisti...

Finalmente Notepad++ Plugin Manager x64

Arriva infine su windows il plugin manager a 64 bit di notepad++!


Vi siete trovati senza plugin quando per errore avete installato la versione a 64 bit del miglior editor open source di testo per windows?

Eravate rimasti sgomenti dal fatto che nell'installer il plugin manager non è più incluso?



Non sapevate più come indentare i vostri JSON e XML, come decodificare l'encoding delle URL o come confrontare in velocità due files?
Beh ecco a voi come ripristinare il plugin manager!