Skip to main content

Animazione Italia

Argomento fatale per grandi e piccoli del nostro paese.
Quello tra Italia e Animazione infatti sembra essere un divario colmabile solo con il peggio del peggio, e grazie agli eventi di questi giorni il triste fatto è sempre più palese.

Infatti lo stato dell'animazione in Italia risulta quantomeno orrido; complice la concezione del "cartone animato" quale parcheggio per bambini, abbiamo visto nel 2005 sfumare ogni possibile tentativo di redenzione che il ratto preferito dagli italiani (topo topogigio) avrebbe potuto portare.

Mentre infatti a Venezia due grandi dell'animazione giapponese si sfidano con prodotti totalmente differenti:
In Italia abbiamo l'unico autore abbastanza interessante e consumabile (Ortolani Leonardo) che si straccia pubblicamente le vesti per suoi stessi errori da supervisore nella trasposizione animata del suo fumetto.
Andando ad osservare più da vicino il sintomo della malattia italiana, non è da ravvisare interamente nell'autore la colpa del tentato salto commerciale (qualitativo non di sicuro) per l'immagine del suo topo, in quanto il primo e più facile colpevole è sicuramente mamma RAI.

Presa dal pensiero "il cartone è per bambini" e costretta nelle sue catene di televisione pubblica gestita da politici infatti, non può altro che generare mostri ibridi senza possibilità alcuna di competizione. Questo poi si riflette in tutta la produzione italiana conseguente; essendo una delle poche in grado di produrre, è inevitabile che la competizione rimane a questi livelli.

Per fortuna ultimamente veniamo splendidamente rappresentati in TUTTA Europa da sfolgoranti titoli come Winx Club della Rainbow S.p.A. che sembra veramente saperci fare quando si tratta di mercato malato, e che sapientemente continua a forgiare immagini di ragazza e donna tanto care a tutti.

C'è da chiedersi, ma perché a Venezia si sbattono tanto per chiamare artisti da tutto il mondo a fare la comparsata (orribili i cammei dei vari attoroni americani chiamati per dare rilevanza alla Mostra del Cinema Veneziana) se poi non riescono a sdoganare le loro buone intenzioni oltre il ponte littorio, nella sempre più confusa Italia?

Vi lascio al puccioso trailer di Ponyo, il più vicino alla concezione italiana di cartone animato...

Comments

  1. Purtroppo la storia del Ratto è la punta di un grosso Iceberg.. come dici tu.
    La distanza tra la qualità grafica/comica/sarcastica/dissacratoria dello statico fumetto e la pacata/semplice/politically-correct comicità della trasposizione televisiva... fa pensare a due mondi diversi...

    Ho seguito con interesse l'uscita dei cartoni e il loro naufragio.. fin da subito il buon Leo aveva sottolineato che la comicità sarebbe stata molto più soft (ad esempio nel cartone non esiste Cinzia, caposaldo della versione stampata).. ma non avrei immaginato tanto.

    Se poi parliamo del calo di qualità dei fumetti che precedono l'uscita del cartone (causa impegni di Leo).. beh, non c'era modo migliore di uccidere un mito...

    Ho smesso di comprare il fumetto.. penso di ripartire a breve.

    ReplyDelete
  2. Il bello è che ora si prende in giro "a la ragno" per intenderci, mi sa che non è molto scaltro leo... per fortuna almeno è un buon geologo!

    ReplyDelete
  3. Si, probabilmente lo e

    ReplyDelete

Post a Comment

Popular posts from this blog

Oreo Etichetta

Oggi spieghiamo come leggere l'etichetta di un prodotto alimentare! visto che la nostra parte presissima per i pc ha rotto momentaneamente le scatole, è meglio tornare alle cose serie, ovvero cibo.


Eccoci di nuovo con i nostri oreo ( perdonate la nostra fissa per sti biscotti ma ci hanno scioccato abbastanza),però questa volta saremo più tecnici.
La confezione blu profondo ( come il film: vorrebbe far paura al consumatore forse ??!? ) sullo scaffale era attraente e le forti immagini ammalianti: non potevamo non commentarla!
Tralasciando le istruzioni d'uso particolari, in secondo luogo abbiamo notato la fantastica percentuale di cacao di cui si vanta grazie ad un bel punto esclamativo!
7% -.-
beh non sembra una gran cosa, tenendo conto che il biscotto si presenta di un colore scurissimo, quasi nero. Ma cosa da quel bel colore?? ( sempre se si possa considerare bello visto che è colore.. hem)
Ma per capire meglio è necessario leggere l'etichetta giusto?
Notiamo che l'ingredien…

Scrivere in cinese usando i pinyin sul Mac

Si avvisa la gentile clientela che questo post sarà ad alto tenore informatico livello utonto.

Per questo spero sarà utile a chi deve risolvere in modo facile il problema dello scrivere lettere latine pinyin (con i cosidetti toni).
Questo metodo inoltre sarà utile per scrivere la trascrizione in romaji di tutte le pronunce delle parole giapponesi (con gli allungamenti).
Mi dispiace affiancare questi due linguaggi che tanto meritano una trattazione separata per storia e uso attuale, però lo scopo del post è arrivare in velocità alla soluzione per chi scrive e legge solitamente in italiano col proprio mac, non per i linguisti...

Disinstallare Office 2011 Mac

Prodromo
Ecco una piccola guida sul come disinstallare dal vostro Mac (OSX 10.6.7) Office 2011!